Buongiorno a tous le monde!

Vi svelo un segreto (ora non più!): adoro fare le torte rustiche!
Sapete, quelle torte con la grazia di un dolce e con quella sapidità tanto da risultare irresistibili?
A tal proposito, vi presento una torta rustica dall’accento français, la quiche di scarola: una base di pasta brisèe home made, farcita con scarola, impreziosita da uvetta, olive, pinoli e resa ancora più succulenta e “morbidosa” da un mix di panna e tuorli.
Prima di lasciarvi la ricetta, un antipasto fatto di filastrocca e sorrisi! 

Quiche di scarola
una base français
di pasta brisèe
con uvetta,
olive
pinoli,
una vera gioia
da guardar,
una vera delizia
da mangiar.
Un pranzetto
noi gustiam
con quiche,
muffin al cioccolato
e poi di corsa
tutti andiam

quiche-di-scarola

Quiche di scarola

Pasta brisèe

200 gr. di farina 00 biologica
100 gr. di burro freddo
1 bicchiere di acqua ghiacciata
1 pizzico di sale

Farcia

1 cespo di scarola
olio evo
sale
2 tuorli
250 ml.  di panna
olive nere
uvetta sultanina
pinoli

  1. Setacciate la farina e ridurre il burro a cubetti.
  2. Impastate velocemente tutti gli ingredienti aggiungendo gradualmente l’acqua ghiacciata fino a ottenere un composto compatto ed elastico.
  3. Avvolgete la pasta brisée nella pellicola trasparente.
  4. Passaggio in frigo per almeno 15 minuti.
  5. Stendete la pasta brisée fino a raggiungere uno spessore di 3/5 mm.
  6. Adagiatela su una tortiera preventivamente foderata con carta da forno.
  7. Lessate la scarola, quindi, ripassarla con l’olio evo, il  sale, le olive e l’uvetta sultanina.
  8. Mixate i tuorli con la panna e il sale.
  9. Stendete la pasta brisèe su una tortiera foderata con la carta da forno e bucherellate con i rebbi della forchetta.
  10. Procedete con la cottura in bianco.
  11. Coprite la pasta brisèe con un foglio di carta da forno e coprite con legumi oppure delle sfere in ceramica.
  12. Ponete in forno preriscaldato a 190° per 15 minuti.

Ed ora il disordine composto prende forma!

  1. Farcitela con il  mix di  liquidi e il composto di scarola.
  2. Decorate con le olive nere ed i pinoli.
  3. Passaggio in forno statico a 190° per circa 30 minuti fino a quando i bordi risulteranno ben dorati.

Avete il vostro ingrediente preferito?
Iscrivetevi alla newsletter e inventerò
una quiche solo per voi!

Petites note
Servitela calda in modo da goderne la morbidezza della farcia e la croccantezza della pasta brisèe.
Un aperitivo super fashion? Servitela fredda tagliata a striscioline.
Un’altra idea di quiche? Cliccate qui e lo scoprirete!

Petites gioie
Appena sfornata, l’ho adagiata su un piatto color glicine e tempo cinque minuti erano rimaste solo le briciole!
Imperativo del mese? Da condividere con i miei amici  e non solo… Tutti coinvolti in una gara di gusto, tutti ad improvvisarsi talenti gastronomici (in modo talmente egregio che neppure lo sanno!).

Ah, quasi quasi mi dimenticavo di dirvi come ho terminato il mio pranzetto… i miei dolci preferiti,  muffin al cioccolato.
Uhm, troppo buoni, parola di le petit!
A super presto!

watermark_ptn_defmuffin sito

 

Comments

comments