Domani

Non dimenticare che son poche quelle cose vere
che rimangono a brillare mentre corri in strade buie
quando tutto sembra sbriciolarsi addosso e tu vai a fondo,
basterà il pensiero per farti volare…
per questo domani ti sposo, per questo domani ti sposo.
E vinceremo le vigliaccherie,
di un mondo che ci vuole sempre uguali,
vedrai sarà più facile dividere per due,
saremo forse gli unici…..domani.

(Otto Ohm)

Una canzone, la loro canzone, intrisa di cuori che battono forte, arcobaleni, splendidi soli e aerei che volano lontano verso  un domani  illuminato dal loro amore.
L’amore che commuove i cuori è inspiegabile. Lo si intuisce, forse, non dalle parole ma da  quel tono di voce che magicamente diviene più basso tanto da arrivare quasi sottovoce all’animo, dal suo profumo, da quello sguardo che timidamente si abbassa, da parole mai dette, da quel sentirsi bene, dal sorridere a pensare ai suoi difetti, dalla voglia di condivisione e  da quel sentirsi vicini perché vedi in lui una parte di te.
L’amore, Lui, vestito di sogni e  cuore, dinanzi a Lei,  vestita di sole e vita.
Per festeggiare Fabiana e Simone, futuri sposi,  una crostata fatta con ciliegie e quella felicità che tocca i cuori.

crostata-di-ciliegie

Crostata di ciliegie

Pasta frolla

pasta frolla

Crema pasticcera

400 gr. di latte intero
100 ml di panna
125 gr. di tuorli
150 gr. di zucchero semolato
1/2  bacca di vaniglia
20 gr. di amido di mais
20 gr. di amido di riso

Decorazione

400 gr. di ciliegie

  1. Sfiorate il bollore del latte e della panna  a fiamma dolcissima con due cucchiai di zucchero semolato
    in modo che il latte non si attacchi al fondo.
  2. Mixate i tuorli con  il restante  zucchero profumato e i semi della bacca di vaniglia, fintanto che il composto risulti  chiaro e spumoso.
  3. Aggiungete con la spatola gli amidi miscelati e setacciati.
  4. Unite al latte bollente il composto dei tuorli.
  5. Appena il latte riprende il bollore e vedrete delle bolle “effetto vulcano” spegnete il fuoco.
  6. Mescolate la crema con l’ausilio di una frusta in maniera energica per 30/40 secondi finché non si sarà addensata.
  7. Ponete la pellicola  a contatto con la superficie  così che non si asciughi e rimanga morbida.
  8. Passaggio in frigo.

E ora il disordine composto prende forma!

  1. Preriscaldate il forno statico a 170°.
  2. Stendete la pasta frolla con uno spessore di circa 3-4 mm. in una tortiera precedentemente imburrata ed infarinata.
  3. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta, coprite con carta forno e adagiate delle sfere in ceramica..
  4. Passaggio in forno per 30 minuti circa.
  5. Raffreddate e spolverizzate il bordo della crostata con lo zucchero a velo.
  6. Farcite il guscio di pasta frolla con la crema pasticcera.
  7. Decorate con le ciliegie.
  8. Spolverizzate con lo zucchero a velo.

Un piccolo tour sulle dolcezze di crostate di frutta? Cliccate qui, qui e anche qui.

Bonne douceur à tous le monde!

watermark_ptn_def

.

 

Comments

comments