Buonasera a voi  da noi (me e le petit!). Nell’archivio “my foto” oggi ho ritrovato una foto scattata questa estate. Sapete quei momenti dove, seppur con un cambio di programma “last minute“, si trascorrano ore piacevoli e divertenti?
Una splendida passeggiata by night con Lara e Martina, un “petit book” di foto, una golosa angel cake e una luna inconsapevole spettatrice di una serata perfetta.

L’angel cake è una famosa torta americana alta e voluminosa.

Deve il nome  “il cibo degli angeli”. alla sua particolare sofficità e leggerezza in quanto naturalmente priva di grassi, latte e derivati. Gli ingredienti principali sono gli albumi e il cremor tartaro. Quest’ultimo è un agente lievitante derivante dall’uva, particolarmente indicato per le diete vegane e vegetariane e per le persone intolleranti ai lieviti.
Il segreto di questo dolce è anche dettato dall’utilizzo di uno stampo specifico che non necessita di essere imburrato poiché le pareti in alluminio sono lisce.Questo stampo è composto da un cilindro molto alto con il fondo estraibile e da tre piedini posizionati lungo il bordo in modo tale da lasciar raffreddare la torta capovolta e consentire di far uscire il vapore prima di estrarlo.
Un dolce suggerimento: provate a prepararla, il risultato è assicurato!

angel cake polaroid

Angel cake

130  gr di farina 00  biologica
300  gr di zucchero semolato
12 bianchi d’uovo a temperatura ambiente
1/2 cucchiaino di fior di sale
10 gr. di “cremor tartaro”
1 vaniglia in bacca
5 cucchiaini di succo di limone biologico

  1. Preriscaldate il forno a 180°.Mescolate 3 volte la farina setacciata con 100  gr. di zucchero e il fior di sale.
  2. Una petit accortezza: preferibilmente usate lo zucchero bianco finissimo in modo tale che i  piccoli cristalli possano sciogliersi immediatamente.
  3. Montate a neve, a velocità graduale, i bianchi d’uovo per circa 10 minuti.
  4. Unite la crema di tartaro e il  succo del limone biologico.
  5. Mixate il composto ad alta velocità aggiungendo lo zucchero in 4 tempi fino a quando non si formano delle piccole punte morbide.
  6. Con l’ausilio di una  spatola di silicone mettete delicatamente la vaniglia nei bianchi d’uovo.Ultimate con  il mix di farina  in 4 tempi con movimenti dall’alto verso il basso.
  7. Mescolate il tutto e trasferite il composto nello stampo da chiffon cake non unto.
  8. Per una maggiore lievitazione, non scuotere lo stampo in modo tale che rimanga l’aria inglobata
  9. .Passaggio in forno statico a 180°per 30 minuti.
  10. Capovolgete lo stampo su un vassoio e lasciate raffreddare, per almeno 2 ore.
  11. Spolverizzate con una nuvola di zucchero a velo.

Ideale come dessert accompagnata con fragole in purezza e con una glassa al cioccolato oppure per una colazione super energetica!

Un “Dream di dolcezza” divenir realtà!

watermark_ptn_defdream polaroid

Comments

comments